Home
17 | 12 | 2017
23 agosto 2017 Stampa E-mail

Il 23 agosto il Signore ha chiamato a sè don Adriano Bregolin

 

da ANS:

 

 ANS - Roma - Questa mattina (23 agosto, ndr.), durante un’escursione in montagna, colpito da un improvviso infarto è deceduto Don Adriano Bregolin.

Don Adriano, ex Vicario Generale della Congregazione Salesiana, era attualmente Direttore dell’Istituto salesiano di Firenze.

Don Adriano Bregolin, nato a Cona in provincia di Venezia il 16 ottobre 1948, è divenuto salesiano il 16 agosto 1966 dopo aver frequentato il noviziato di Albarè. Completati gli studi teologici a Verona e a Trento è stato ordinato diacono il 28 maggio 1977 e sacerdote il 27 maggio 1978.

I primi anni del suo ministero sono stati dedicati al lavoro pastorale e vocazionale nelle comunità di Trento e di Verona San Zeno, assumendo non molti anni dopo l’incarico di direttore delle due case salesiane. Laureatosi in Lettere Moderne nel marzo 1980 presso l’Università di Padova, don Bregolin ha ricoperto anche l’incarico di Consigliere dell’Ispettoria Italia Veneta Ovest (IVO) diventando successivamente vicario ispettoriale nel triennio 1988-1991.

Nel maggio 1996 diventa Ispettore della IVO fino al 2002 quando, durante il CG25 viene eletto Consigliere per la regione Italia Medio-Oriente. Il 27 dicembre 2003, in seguito alla nomina di don Luc Van Looy a vescovo della diocesi di Gent, viene chiamato dal Rettor Maggiore, don Pascual Chàvez, a ricoprire l’incarico di Vicario Generale. Ruolo che ricoprirà fino al 26 marzo 2014.

Dal 20 giugno 2014 Direttore dell’Istituto Salesiano a Firenze.

 

La CMB è rimasta profondamente colpita dalla scomparsa di don Adriano, amico fraterno di tutti noi, che aveva un'attenzione particolare nei confronti di ciò che facciamo e che siamo; negli 11 anni in cui è stato Vicario del Rettor Maggiore don Pasqual, sono stati innumerevoli gli incontri, anche epistolari, avuti con lui; ma neppure successivamente sono mancati momenti di incontro e confronto (Assemblea Generale CMB 2016).

Non possiamo che ringraziare il Signore di avere posto nel nostro cammino "un signore delle relazioni interpersonali" e "un uomo dalle distanze brevissime" (come ha saputo sintetizzare meravigliosamente don Pasqual che ha celebrato la S. Messa in suffragio di don Adriano).

Caro don Adriano, citando ancora don Pasqual, noi della CMB non ti  "lasceremo riposare in pace", e già da ora ti preghiamo di farci da mediatore presso Maria affinché le nostre opere siano sempre all'insegna della salesianità che tu ci hai insegnato.

Grazie.