Home
14 | 12 | 2018
Il 24 gennaio a Torino Stampa E-mail

Il 24 gennaio a Torino la celebrazione nazionale civile per il Bicentrenario

La CMB, insieme ad altri gruppi della FS, ha parteciapato ad una giornata di celebrazione "civile" per ricordare il Bicentenario della nascita di don Bosco; il Rettor Maggiore, don Angel Artime, ci ha lasciato queste parole:

 

 

Don Bosco è "sentinella delle periferie", "che ci ha lasciato in eredità un cuore grande che anche noi abbiamo oggi la responsabilità di donare alle nuove generazioni"

  

"Don Bosco è un dono dello spirito per la chiesa e per il mondo - ha affermato il rettore maggiore dei Salesiani, don Angel Fernandez Artime -, tutti hanno riconosciuto il valore della sua azione educativa e sociale e noi, come famiglia salesiana, vogliamo essere riconosciuti per il nostro amore per i giovani, e fra loro, gli esclusi, gli abbandonati, i più poveri".

  

"I giovani italiani - ha proseguito - così come i giovani di tutto il mondo, hanno ancora bisogno di noi che siamo gli eredi di un uomo straordinario ma umile, tessitore della storia. Ai giovani - ha concluso il rettore maggiore dei Salesiani - bisogna saper offrire l'opportunità di essere onesti cittadini e buoni cristiani e la prima sfida è capire com'è il mondo dei giovani e cosa vogliono perchè è facile essere adulti lontano dai giovani".

 

Teatro Regio di Torino